Nuovo accordo per sostenere le PMI e MIDCAPS nel settore agroalimentare

LinkedIn
Facebook
Twitter

In data 15 dicembre 2023 la Banca europea per gli investimenti (BEI) e Banca di Asti hanno perfezionato un primo accordo da 50 milioni di euro finalizzato a sostenere i fabbisogni di investimenti e capitale circolante delle piccole e medie imprese (PMI). L’accordo siglato ad Asti da Gemma Feliciani, Capo Divisione della BEI per le operazioni con le banche e da Carlo Demartini, Direttore Generale e AD di Banca di Asti, rappresenta la prima tranche dei 100 milioni complessivi approvati dal Consiglio di Amministrazione della BEI per questa operazione.

Grazie alle risorse messe a disposizione dalla BEI, Banca di Asti potrà attivare finanziamenti a condizioni vantaggiose a favore della propria clientela con durata sino a 15 anni.
Il 60% dei fondi sarà riservato alle piccole e medie imprese operanti nel settore agroalimentare, con particolare attenzione all’imprenditoria giovanile a cui è riservata una quota del 10%. Per i giovani, la durata del finanziamento può estendersi sino a 20 anni.

Grazie a questa operazione con Banca di Asti, la BEI, la Banca dell’UE, mira a sostenere gli investimenti delle PMI attive nel settore agroalimentare al fine di promuovere una crescita economica sostenibile e creare nuovi posti di lavoro, ha dichiarato Gemma Feliciani, Capo Divisione della BEI per le operazioni con le banche.

Siamo entusiasti per il progetto con la Banca europea per gli investimenti finalizzato a stimolare investimenti e crescita economica sul nostro territorio particolarmente focalizzato sul settore primario e agroalimentare dichiara Carlo Demartini, Direttore Generale e AD di Banca di Asti. La nostra Banca è per vocazione presente nel mondo delle PMI al quale riserva diversi progetti con l’obiettivo di fornire un supporto globale, grazie alla consulenza di oltre 70 persone appositamente formate e a una struttura centrale dedicato a tutte le iniziative che presentano contributi e\o agevolazioni. Ulteriore elemento di valore dell’accordo è rappresentato da una quota riservata all’imprenditoria giovanile, a cui vogliamo essere particolarmente attenti, che consente sia il ricambio generazionale sia l’inserimento di nuove figure nel settore agroalimentare.

Maggiori informazioni sui finanziamenti alle imprese sono disponibili sul sito della Banca.

La firma dell'accordo

La firma dell’accordo

Gemma Feliciani e Carlo Demartini

Gemma Feliciani e Carlo Demartini

Altro da leggere

Survey imprese 2023

Le imprese scelgono Banca di Asti per affidabilità, competenza e cortesia del personale Il risultato della survey inviata a oltre 38.000 aziende Tra ottobre e

serve aiuto?

Titolari BancaSemplice Home e Info

Puoi parlare con noi al 800 235 270 e se sei all’estero allo +39 0521 19 22 203

Titolari BancaSemplice Corporate

Puoi parlare con noi al 800 703 558 e se sei all’estero allo +39 0521 19 22 189