serve aiuto?

Titolari BancaSemplice Home e Info

Puoi parlare con noi al 800 235 270 e se sei all’estero allo +39 0521 19 22 203

Titolari BancaSemplice Corporate

Puoi parlare con noi al 800 703 558 e se sei all’estero allo +39 0521 19 22 189

in arrivo i pagamenti contactless senza pin fino a 50 euro

Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Carlo Demartini

Carlo Demartini, Amministratore Delegato.

Giorgio Galvagno

Giorgio Galvagno, Presidente.

L’anno che volge al termine, che sarà ricordato per la pandemia da Covid-19, ha stravolto le nostre vite e cambiato le nostre abitudini. Il contesto economico e sociale è indubbiamente complesso: vediamo lo stato di salute di Banca di Asti, capogruppo di un gruppo bancario che ha raggiunto dimensioni interregionali, coprendo con le proprie filiali bancarie tutto il nord Italia, dalla Valle d’Aosta al Veneto, fino alla Liguria.
Le aziende del Gruppo Cassa di Risparmio di Asti, oltre alla capogruppo, sono Biver Banca e Pitagora, società che opera nel settore dei finanziamenti contro cessione del quinto dello stipendio e della pensione con ha oltre 70 agenzie diffuse su tutto il territorio nazionale.
Il Gruppo ha affrontato questo 2020 con concretezza, raccogliendo la sfida e dimostrando grande capacità di resilienza, adattandosi rapidamente a una situazione nuova e inaspettata.
Insieme ci siamo scoperti più forti, nello spirito e nei numeri.” Dichiara Carlo Demartini, Amministratore Delegato del Gruppo Cassa di Risparmio di Asti. “Questa inaspettata situazione di emergenza ci ha infatti consentito di sviluppare con ancor più determinazione la nostra missione di Banca, dimostrando che con resilienza e professionalità si può continuare a creare valore per i clienti dei nostri territori anche in tempi complicati come questo che stiamo vivendo.”

GIORGIO GALVAGNO PRESIDENTE
Il 2020 è stato caratterizzato da un importante avvicendamento alla presidenza: l’Assemblea degli azionisti del 29 aprile scorso ha conferito a Giorgio Galvagno la presidenza dell’istituto di credito astigiano: “La pandemia che ha caratterizzato pressoché tutto il 2o2o non concede molto ai rapporti personali.” Commenta il neopresidente. “Rivolgo a ciascuno di voi una calorosa stretta di mano virtuale, in attesa di poterci incontrare nuovamente di persona.

2 MILIONI E MEZZO DI EURO DONATI GRAZIE ANCHE AL PERSONALE.
IL GRUPPO C.R. ASTI SI COLLOCA TRA I BIG DONOR A LIVELLO NAZIONALE. 
Grazie alla generosità del personale, che ha donato una parte della propria retribuzione e alla sensibilità dei Consigli di Amministrazione di Banca di Asti e di Biver Banca, che hanno raddoppiato l’importo raccolto, le banche del Gruppo hanno stanziato 2 milioni e 350 mila euro per far fronte alle conseguenze sanitarie e sociali della pandemia. È stato fornito un supporto concreto agli ospedali di Asti, Biella e Vercelli, a progetti di carattere sociale, realizzati principalmente con Caritas e Specchio dei Tempi, oltre a iniziative territoriali per favorire la ripartenza delle imprese più deboli.
A causa della pandemia quest’anno il consueto Concerto di Natale riservato agli azionisti non ci sarà: la Banca ha deciso che le risorse previste per l’organizzazione e l’esecuzione dell’evento saranno donate per dare continuità al progetto “#ripartire insieme – mettiamo in circolo la solidarietà” di Caritas che ha lo scopo di sostenere sia le famiglie in difficoltà, sia le piccole attività, creando un circolo virtuoso per agevolare la ripresa.

NUOVI AZIONISTI, NUOVI CLIENTI, NUOVE ASSUNZIONI 
Nel corso dell’anno, 1870 nuovi soci hanno dimostrato la loro fiducia nella Banca, acquistandone le azioni. 
I nuovi clienti che hanno scelto le Banche del Gruppo C.R.Asti sono stati oltre 9 mila: il numero totale dei clienti sale a 490 mila.  
Il Gruppo Cassa di Risparmio di Asti oggi dà lavoro a 1852 persone che includono i 62 giovani assunti nel corso dell’anno.

BANCA DI ASTI PER I SOCI: TAMPONE GRATIS, RICARICA AUTO ELETTRICHE, CULTURA E SALUTE
La Banca informa che dal prossimo febbraio saranno disponibili nelle filiali i voucher museo e i voucher salute con validità 2021-2022. 
In linea con il momento che stiamo vivendo, gli azionisti hanno la possibilità di ottenere gratuitamente il tampone per l’individuazione del Covid-19 presso i centri appositamente convenzionati. La Banca convenzionato nuovi centri che eseguono tamponi, distribuiti in modo da coprire il più possibile il territorio di competenza. 
A tutti gli azionisti in possesso di almeno 5oo azioni, la Banca riserva un percorso esclusivo dedicato alla salute e alla prevenzione. Con il voucher salute, il socio può usufruire direttamente per sé o per un suo famigliare (convivente o fino al primo grado), di visite, esami, prestazioni odontoiatriche, infermieristiche, ortopediche, posturali e osteopatiche presso le strutture convenzionate. 
Il voucher museo dà diritto a tutti i soci di ricevere gratis, direttamente alle biglietterie, un ingresso per due persone a una delle mostre tematiche oppure alle esposizioni permanenti allestite presso le strutture convenzionate. 
Banca di Asti offre a tutti coloro che possiedono almeno 500 azioni, 12 ricariche complete della propria auto elettrica.  La tessera può essere ritirata in filiale dietro presentazione della carta di circolazione per documentare la proprietà dell’auto elettrica.

I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2020: SOLIDITÀ ED EFFICIENZA MIGLIORATE 
Il primo semestre 2020 si è concluso in modo positivo per Banca di Asti, con il conseguimento di un utile netto pari a circa 9,5 milioni di euro, nonostante un approccio severo e prudente a fronte dei potenziali impatti economici correlati alla pandemia Covid-19. 
I principali indicatori di patrimonializzazione, di liquidità e di copertura del rischio di credito confermano un’ulteriormente migliorata capacità della Banca di affrontare eventuali eventi avversi e imprevedibili, anche di entità rilevante. In particolare, il CET 1 Ratio, indicatore di capitalizzazione basato sul patrimonio di qualità primaria, ed il Total Capital Ratio si attestano rispettivamente al 19,39% e al 23,40%, valori in miglioramento rispetto a quelli riferiti al 31 dicembre 2019 (pari al 18,82% e al 22,63%) e ampiamente superiori ai corrispondenti requisiti minimi regolamentari, pari rispettivamente al 7% e al 10,50%. 
Affrontiamo il nuovo anno consapevoli della forza e della solidità di un Gruppo Bancario che ha fatto della propria indipendenza il valore da cui derivano le scelte per il futuro di tutti noi: dei clienti e delle persone che lavorano nelle nostre aziende” concludono Carlo Demartini e Giorgio Galvagno. “In occasione delle prossime festività, desideriamo esprimere gli auguri più sentiti di salute e serenità, con l’auspicio che torni presto l’agognata normalità.”

Altro da leggere

Banca Semplice Home

Si stanno verificando rallentamenti nell’accesso.

Stiamo lavorando per ripristinare il servizio; ci scusiamo per il disagio.

Banca Semplice Info

Si stanno verificando rallentamenti nell’accesso.

Stiamo lavorando per ripristinare il servizio; ci scusiamo per il disagio.